Mi occupo di…

Il mio intervento psicologico vuole fornire un sostegno relativo alle esigenze della persona e del momento ed è funzionale al tipo di richiesta. Si inizia di solito con alcune consulenze psicologiche, a volte è sufficiente anche una soltanto, al fine di conoscere la storia di vita e il tipo di disagio e poi stabilire insieme un programma terapeutico. Questo permette anche alla persona che chiede aiuto, di capire liberamente nell’ambito dei colloqui se si sente a proprio agio con me e con l’approccio a cui faccio riferimento.

Ma quando è il caso di fare consulenze o psicoterapie e come si svolgono?

L’attività di consulenza psicologica prevede un numero limitato di incontri, volti ad una comprensione dei bisogni e delle difficoltà della persona. Alla fine di essi, dopo una breve restituzione, si valuterà insieme al richiedente se e come proseguire per un eventuale presa in carico. I colloqui di consulenza psicologica favoriscono un orientamento della persona che spesso si trova ad attraversare momenti particolari del ciclo di vita in cui avverte disagio o confusione: a volte presenta una sofferenza diffusa e non riesce a decodificare i messaggi che gli arrivano dal proprio corpo e dalla mente, altre si trova di fronte a scelte complesse che non gli permettono di andare avanti nel percorso di vita, in ogni caso le consulenze possono permettere di fare chiarezza e fanno da sostegno al paziente per lo sviluppo di risorse. Oltre ai consigli e alla vicinanza di un amico o di un familiare quindi, la persona può confrontarsi con un professionista. La consapevolezza del bisogno di un confronto con un esperto è già un primo passo per star bene. I colloqui possono avere una funzione preventiva verso altri sintomi. Si comincia insieme a vedere cosa fare, se intraprendere una psicoterapia o meno, o semplicemente si comincia a vedere in un’ottima più funzionale la propria situazione cambiando il proprio percorso di vita.

L’attività di psicoterapia

Innanzi ad una sintomatologia più evidente quale depressione, fobie, attacchi di panico, dipendenze, disturbi alimentari e altro si ha bisogno di un intervento di cura più complesso e si può pensare ad un percorso psicoterapeutico. Per Hillman la funzione della terapia è di “fare anima” e restituire umanità e dignità all’esistenza. In questo senso durante un percorso di psicoterapia si aiuta la persona a vedere in chiavi di lettura diverse la realtà che vive, elaborare le proprie emozioni e attivare le giuste risorse. E’ pensiero comune a volte credere che la persona con difficoltà psichiche possa farcela da solo, che guarire sia un discorso di sola volontà: anche se ci può essere quello che in psicologia si chiama “vantaggio secondario del sintomo” (per esempio quando una persona a causa della sua sintomatologia viene meno ai propri doveri quotidiani) non si esclude affatto uno stato di sofferenza che va invece riconosciuto e curato. Proprio lo sviluppo dei sintomi tra l’altro è segno che la persona non ha fin’ora utilizzato le giuste risorse e per trovare soluzioni alternative ci vuole un aiuto specifico. E’ importante la motivazione della persona che decide di farsi aiutare perché da essa dipenderà l’attivazione del cambiamento. Il lavoro dello psicoterapeuta infatti non è di sostituirsi al paziente dandogli consigli, ma, attraverso competenze specifiche, di guidarlo a prendere in mano la propria vita. A volte i miglioramenti anche molto piccoli si realizzano dopo tempo e dipendono dalla partecipazione attiva della persona e dai tempi di elaborazione di ognuno.

Interventi che svolgo:

Alcuni tra i principali ambiti di intervento

  • Disturbi dell’umore (depressione, disturbo bipolare),
  • Disturbi di personalità,
  • Disturbi d’ansia (fobie, attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo, etc),
  • Dipendenze e disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia),
  • Disturbi psicosomatici,
  • Disturbi specifici dell’apprendimento,

ma anche

  • difficoltà comunicative e relazionali,
  • situazioni di lutto e separazioni/divorzi,
  • stress psicosociale in situazioni lavorative o malattie e altro,
  • difficoltà in particolari tappe della vita (per esempio in adolescenza o nella genitorialità).

Per una prima seduta gratuita contattami a

prc78.vale@tiscali.it